PDA

Visualizza la versione completa : Nuova legge sull'alcool



Damisjana De'Green
29-07-2009, 15:45
ALCOL: DA OGGI DIVIETO DI VENDITA IN CARRETTI AMBULANTI

Niente più vino o birra dal porchettaio e, in genere, nei camion-bar o carretti ambulanti. Entra in vigore su tutto il territorio nazionale il divieto assoluto di vendita e di somministrazione di alcolici su aree pubbliche sprovviste di licenza di pubblico esercizio. A prevederlo è la legge comunitaria n.88 del 2008 approvata a fine giugno dal Parlamento.

La nuova legge vieta di vendere e somministrare alcolici su spazi ed aree pubbliche ad eccezione dei pubblici esercizi e delle loro pertinenze. Chiunque vende o somministra alcolici senza detta licenza è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 2.000 a euro 12.000 oltre alla confisca della merce e delle attrezzature utilizzate.

Se, inoltre, il fatto è commesso dalle ore 24 alle ore 7, anche attraverso distributori automatici, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 5.000 a euro 30.000.Da ricordare che il codice penale (art.689) vieta fin dal 1940 la vendita e la somministrazione di alcolici ai minori di anni 16 e che, se vi sono intrattenimenti musicali, il servizio di mescita di alcolici deve cessare inderogabilmente alle ore due.

ALCOL: VENDITA VIETATA AD AMBULANTI MA SI' IN SAGRE, FIERE
Ecco, con la nuova legge comunitaria, dove sarà consentita la somministrazione, oppure somministrazione e vendita insieme, di bevande alcoliche e dove invece sarà vietata, secondo un prospetto fornito da Fipe-Confcommercio.
- PUBBLICI ESERCIZI (BAR, RISTORANTI, LOCALI SERALI E SIMILI)
La somministrazione di alcolici di qualunque gradazione è consentita, così come è consentita la vendita con autorizzazione.
- ALBERGHI ED ALTRE ATTIVITA' RICETTIVE, MENSE, AGRITURISMI, CIRCOLI PRIVATI
La somministrazione è consentita, così come è consentita la vendita con dichiarazione di inizio attività (Dia).
- FIERE, FESTE, MERCATI, SAGRE, RIUNIONI DI PARTITO, MANIFESTAZIONI ORGANIZZATE DA PRO LOCO E OGNI RIUNIONE STRAORDINARIA DI PERSONE SVOLTE SU AREA PUBBLICA
La somministrazione è consentita, così come è consentita la vendita con dichiarazione di inizio attività (Dia).
- ESERCIZI SITI IN LOCALI POSTI SU AREA PUBBLICA IN CONCESSIONE (CHIOSCHI, AREE MERCATALI, STABILIMENTI BALNEARI, ECC)
La somministrazione è consentita, così come è consentita la vendita con dichiarazione di inizio attività (Dia) anche stagionale.
- DISTRIBUTORI AUTOMATICI
Vietate somministrazione e vendita.
- CAMION BAR ITINERANTI
Vietate somministrazione e vendita.
- ALTRE ATTIVITA' COSIDDETTE DI SOMMINISTRAZIONE NON ASSISTITA (DECRETO BERSANI)
Vietata la sola somministrazione.
- ATTIVITA' SVOLTA SU AREE PRIVATE (FIERE, MOSTRE, ESPOSIZIONI)
Fuori dal campo di applicazione della disposizione specifica, ma la vendita e la somministrazione devono comunque essere autorizzate. Per tutte le attività sopra descritte, se viene effettuata contemporaneamente attività di spettacolo o intrattenimento dopo le ore 02.00, è vietata la somministrazione di alcolici di qualsiasi gradazione (art.6 L.160/2007).


ho un dubbio, noi organizziamo una festa il 22 agosto e logicamente ci sarebbe lo stand della birra, rientreremmo in questa categoria quindi?
- FIERE, FESTE, MERCATI, SAGRE, RIUNIONI DI PARTITO, MANIFESTAZIONI ORGANIZZATE DA PRO LOCO E OGNI RIUNIONE STRAORDINARIA DI PERSONE SVOLTE SU AREA PUBBLICA
La somministrazione è consentita, così come è consentita la vendita con dichiarazione di inizio attività (Dia).

o no?:look:

Borghese
29-07-2009, 16:04
parlano di vendita in luoghi pubblici...

Damisjana De'Green
29-07-2009, 16:31
eh infatti, la facciamo nei giardini comunali :asd:

Borghese
29-07-2009, 16:48
eh allora mi sa che state astemi....

Ariakan
29-07-2009, 16:48
si, il governo resosi conto dell'errore ha già predisposto una "sanatoria" per le sagre, peccato che questa sanatoria non sia legge e dovrebbe essere approvata dopo le vacanze estive, mentre la legge di sopra è già in vigore, quindi a ternimi di legge nessuna vendita di alcolici in nessuna sagra festa della birra o similia per agosto

Nebuk
29-07-2009, 16:53
A Firenze c'e' stata una mezza sommossa perche' si sarebbe vietato il gottino di vino con il panino al lampredotto, s'e' mosso pure il sindaco e pare che la legge non verra' applicata nel comune! :asd:

Balinor
29-07-2009, 17:32
A Firenze c'e' stata una mezza sommossa perche' si sarebbe vietato il gottino di vino con il panino al lampredotto, s'e' mosso pure il sindaco e pare che la legge non verra' applicata nel comune! :asd:

Ma dai! La secessione fiorentina :qwe:

Nebuk
29-07-2009, 17:41
Ma dai! La secessione fiorentina :qwe:



Da corrierefiorentino.corriere.it (http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2009/23-luglio-2009/ue-dice-no-panino-vino-firenze-lampredotto-insorge-1601596845361.shtml):

Il caso
La Ue dice no a panino e vino
Renzi: «Disobbedienza civile»
Il sindaco su Facebook si dice pronto alla disobbedienza civile. Confesercenti, dati alla mano, dimostra che la norma potrebbe far chiudere a Firenze 500 attività

Matteo Renzi «è pronto alla disobbedienza civile contro i burocrati europei che vorrebbero vietare il gottino di vino insieme al panino col lampredotto o con la trippa», le interiora cucinate e vendute dagli ambulanti che a Firenze sono chiamati trippai e che sono un elemento tipico della cultura cittadina. È quanto scrive su Facebook il sindaco di Firenze, Matteo Renzi. Il primo cittadino interviene in merito alla norma comunitaria recepita in Italia che entrerà in vigore il 29 luglio e che vieta la vendita di alcolici su aree pubbliche, quindi anche agli ambulanti e ai chioschi. Renzi, scrive il sindaco su Fb, «pensa a che fine ha fatto la credibilità delle istituzioni che vogliono vietare le nostre tradizioni». Poi in bacheca aggiunge: «Non so bene cosa possiamo fare, ho chiesto agli uffici una verifica. E stamattina ne ho parlato col prefetto. Stiamo a vedere nelle prossime ore». In una nota, il Comune esprime «seria preoccupazione, ma anche volontà di trovare una soluzione nei tempi più brevi possibile», spiegando che c’è stata una riunione fra il vicesindaco Dario Nardella e i rappresentanti delle categorie di settore.

IL GRIDO DI CONFESERCENTI - «Una colossale svista nel recepimento di una norma Ue che, solo a Firenze, rischia di far chiudere i battenti a quasi 500 attività». Lo ha detto Adriano Ciolli, coordinatore nazionale dell’Associazione nazionale venditori ambulanti aderenti a Confesercenti, commentando la legge comunitaria che impone il divieto di vendita di alcolici sul suolo pubblico, i cui effetti entreranno in vigore il 29 luglio. «Non solo i tipici trippai fiorentini ne risentiranno - ha detto Ciolli - ma anche tutti i venditori attivi in fiere, mercati, luna park, mercati, oltre ad ogni tipo di chiosco specializzato nella vendita di alimenti». Intanto, la commissione Sviluppo economico di Palazzo Vecchio ha approvato all’unanimità una mozione in cui si invita il sindacò «a mettere in atto tutte le misure necessarie affinchè tra gli esercizi autorizzati alla somministrazione di bevande alcoliche siano inseriti anche quelli che esercitano la loro attività su spazi o aree pubbliche purchè muniti delle previste licenze e concessioni». «Con l’entrata in vigore di questa legge europea - spiega il presidente della commissione, Enrico Bertini (Pd) - gli esercenti si trovano a subire decisioni che mettono a repentaglio la loro stessa sopravvivenza per volere di un organo che non tiene conto delle tradizioni e dei sistemi artigianali di lavorazione».


:asd:

Dobermann81
29-07-2009, 17:57
b., al contrario di quanto dice, non conta un caxxo manco in Europa :zizi:

Ma stiamo scherzando poi? E' un diritto inalienabile quello di potersi spaccare di alcool all'aperto :|

Oltre al fatto che così si danneggia una delle più importanti industrie italiane, un altro monster epic fail del diversamente chiomato :dito:

Isa2k
29-07-2009, 18:09
Questa legge mi sembra una grandissima stupidaggine. Chi vuole ubriacarsi l'alcol per farlo lo trova, indipendentemente dal fatto che il "porchettaro" abbia la lattina di birra o no. Non fa che togliere una fonte di guadagno agli ambulanti senza risolvere assolutamente niente e togliere ai clienti di godersi una birra fresca insieme a un panino o a una pizza da asporto senza dovere pagarla il 200% in più entrando in un bar.

Jalucchi
29-07-2009, 18:22
scusa Damj, ma quindi al chiosco li in centro non possono più vendere alcolici?

la vedo bruttissima :look:

Damisjana De'Green
29-07-2009, 18:25
cmq qualcuno mi spiega che è sta Dia?:look:

Isa2k
29-07-2009, 19:19
cmq qualcuno mi spiega che è sta Dia?:look:

Non so per il caso specifico, ma so che si deve presentare per fare dei lavori in casa (per esempio ristruttuturazioni) che non richiedono un permesso edilizio specifico. La richiesta si presenta al comune con un semplice modulo.
PS) Quella di cui parlo io è questa http://it.wikipedia.org/wiki/Denuncia_di_inizio_attivit%C3%A0_in_edilizia
Ma qui si parla solo di edilizia, a maggior ragione penso che quella relativo al tuo caso sia tutt'altra cosa.

Aurelin Belux
29-07-2009, 21:05
Scusate, ma visto che si parla di ALCOOL.

possibile che in un locale servono alcolici e superacolici dopo le ore 2.00 (nonostante abbiano esposto il cartello con scritto "Si ricorda la gentile che secondo la legge bla bla bla bla, non serviamo alcolici e superacolici dopo le ore 2.00)?

Forst
29-07-2009, 23:15
Secondo molti esperti, fino a nuova norma le feste della birra sono vietate perché la legge è stata scritta con il culo e non si sono resi conto che oltre ad applicare la normativa europea hanno pisciato fuori dal vaso con il proibizionismo allarmista.

morwen_
30-07-2009, 07:17
cmq qualcuno mi spiega che è sta Dia?:look:

no.
annega nella tua ignoranza :kiss:

guarda che se veramente non c'è alcool, il 22 non noi non veniamo. :|

Damisjana De'Green
30-07-2009, 08:09
no.
annega nella tua ignoranza :kiss:

guarda che se veramente non c'è alcool, il 22 non noi non veniamo. :|

ci siamo gia' informati quindi zitta :look:

cmq adesso andremo a sentire col sindaco e con le forza dell'ordine cose ci diranno, poi valuteremo :look:

morwen_
30-07-2009, 08:15
ci siamo gia' informati quindi zitta :look:



zitto tu!
io non vengo a san piero in bagno da sobria :look:

Bimbo che lavora
30-07-2009, 08:16
easy, trovate un garage (privato) dove spillate e basta, fuori fate la cassa che consegna talloncini :)

Damisjana De'Green
30-07-2009, 08:21
zitto tu!
io non vengo a san piero in bagno da sobria :look:

ci sono piu' bar che persone, non ti preoccupare che un modo per bere lo si trova :look:

Forst
30-07-2009, 08:42
Leggere con attenzione:

http://www.cronachedibirra.it/notizie/1072/litalia-mette-al-bando-le-feste-della-birra/

morwen_
30-07-2009, 08:57
:rotfl: ahahahahahahahahahahahah
madonna ma sono dei geni ahahahahahaha

Damisjana De'Green
30-07-2009, 09:12
no ma io rosiko tantissimo :look:

dobbiamo trovare un'escamotage :look:

Forst
30-07-2009, 09:21
no ma io rosiko tantissimo :look:

dobbiamo trovare un'escamotage :look:

Dovete sperare che non ci sia qualche pubblico ufficiale zelante, ancora non ho visto nessuno annullare feste già in programma, ma il "vuoto legislativo" non sembra permettere escamotage di alcun tipo.

Damisjana De'Green
30-07-2009, 09:32
Dovete sperare che non ci sia qualche pubblico ufficiale zelante, ancora non ho visto nessuno annullare feste già in programma, ma il "vuoto legislativo" non sembra permettere escamotage di alcun tipo.

eh qua le forze dell'ordine sono molto zelanti, quando suonano all'1 e 1 minuto sono gia' li e se stanno suonando ancora multano :asd:

Isa2k
30-07-2009, 10:17
Dove abito c'è un "porchettaro" (avete presente quelle lambrette bianche decorate con limoni?) che faceva i migliori panini con porchetta e altre delizie del pianeta. Si mette sempre in un angolo della piazza dove c'è anche una fontanella di acqua potabile. Molti che lavorano in campagna verso l'ora di pranzo vanno da lui a prendersi il panino. Oggi c'era un capanello di gente a discutere... molti erano abituati a bersi una birra fresca e la prendevano da lui. È gente che bibite gassate come aranciata o cola non la beve per niente o comunque non a pranzo col panino. L'acqua la prendono tutti dalle fontanelle (il porchettaro addirittura regala i bicchieri, ma tanto hanno tutti le bottigliette...) che qui sgorga un'ottima acqua potabile fresca di sorgente.

Beh... la situazione è questa: abbiamo sto porchettaro, piccolo commerciante, che si dispera e un bar, a 7 metri da lui, che gongola... ave.

morwen_
30-07-2009, 10:25
avete presente quelle lambrette bianche decorate con limoni?

che è :look:
mai vista una cosa del genere :look:

Isa2k
30-07-2009, 10:38
che è :look:
mai vista una cosa del genere :look:

Non trovo foto... :(

Jalucchi
30-07-2009, 11:02
insomma, another good idea from the bananas!

Vilk
30-07-2009, 11:09
E basta su.
Possibile che non capiate che le varie mafie stanno perdendo moltissimi soldi per via del crollo del prezzo delle droghe (pe rnon parlare di quelli che si coltivano la canapa in casa) e un nuovo proibizionismo bisogna crearlo?

Isa2k
30-07-2009, 13:07
E basta su.
Possibile che non capiate che le varie mafie stanno perdendo moltissimi soldi per via del crollo del prezzo delle droghe (pe rnon parlare di quelli che si coltivano la canapa in casa) e un nuovo proibizionismo bisogna crearlo?

Cosa c'entra questo con il mettere i bastoni tra le ruote a dei commercianti che vendono gli alcolici con relativo permesso? Secondo te vietare la vendita di alcolici agli ambulanti, quando nel bar o supermercato a tre metri dalla bancarella puoi comprarli tranquillamente, serve a qualcosa se non a incrementare le vendite di questi ultimi?

-=Fanzerd da Orkaf=-
30-07-2009, 13:53
Ma dai! La secessione fiorentina :qwe:

:qwe::pirata::cecchino:

non mi toccate i'mmerda, la lurida e i'mmangettromba.Non mi priveranno del birrino con panino all'olio con trippa. :sbav:

*Seriamente*

L'inteto della legge e' ovvio: non aggiungere alcol a gia' alcol nel sangue dei ragazzi il weekend.Comprensibile peraltro.

Isa2k
30-07-2009, 14:01
L'inteto della legge e' ovvio: non aggiungere alcol a gia' alcol nel sangue dei ragazzi il weekend.Comprensibile peraltro.

Sì, Fanza, questo è chiaro e l'intento è anche giusto. Purtroppo è il modo in cui tentano di farlo che è completamente sbagliato. Senza andare a riprendere tutti i paragrafi, già queste due situazioni dovrebbero farti capire l'idiozia della legge:

- Il venditore ambulante (anche se ha uno di quei camion che in realtà sono veri e propri negozi su ruote e che l'unica differenza con un negozio sono soltanto le ruote, appunto) NON può vendere alcolici. Quello che ha un negozio "senza ruote" sì. Qui esercente A non vende, esercente B che sta magari a 5 metri dal primo sì. Questa è discriminazione tra tipologie di esercizio non è una legge per tutelare i giovani.

- Durante le sagre, fiere regolarmente autorizzate la vendita di alcolici da parte di ambulanti è autorizzata. Ah, quindi durante le "feste autorizzate" i giovani non si ubriacano?

Ma per piacere...

Vilk
30-07-2009, 14:07
Cosa c'entra questo con il mettere i bastoni tra le ruote a dei commercianti che vendono gli alcolici con relativo permesso? Secondo te vietare la vendita di alcolici agli ambulanti, quando nel bar o supermercato a tre metri dalla bancarella puoi comprarli tranquillamente, serve a qualcosa se non a incrementare le vendite di questi ultimi?

Perchè è solo l'inizio... la storia si ripete sempre :)

Isa2k
30-07-2009, 14:19
Perchè è solo l'inizio... la storia si ripete sempre :)

E la prendi con un sorriso? Se la pensi così dovresti seriamente preoccuparti, perché se dovessimo tornare a ordinare caffé per avere grappa e té per avere vino (chi vuole capire capisce... :asd: ) in Italia crollerebbe un'industria molto importante per il paese...

-=Fanzerd da Orkaf=-
30-07-2009, 14:57
in effetti i commenti di isa on fanno una piega.

Peraltor io non credo molto nella repressione come via di soluzioen di un problema.Ovvero: io il panino con il birrozzo me lo faro' lo stesso, magari la birra me la porto da casa o dal locale e stigrancazzi.

Jalucchi
30-07-2009, 15:22
in effetti i commenti di isa on fanno una piega.

Peraltor io non credo molto nella repressione come via di soluzioen di un problema.Ovvero: io il panino con il birrozzo me lo faro' lo stesso, magari la birra me la porto da casa o dal locale e stigrancazzi.

ad un italiano tocca tutto tranne che il calcio e l'alcohol :look:
credo che questo sia la legge più impopolare e stupida promossa dal cav. pres. dio. Silvio Berlusconi :asd:

:sisi: hit the road jack :sisi:

Isa2k
30-07-2009, 15:31
Peraltor io non credo molto nella repressione come via di soluzioen di un problema.Ovvero: io il panino con il birrozzo me lo faro' lo stesso, magari la birra me la porto da casa o dal locale e stigrancazzi.

Appunto! Tutto sta nell'educazione. Mia madre lo dice sempre "le cose vietate attraggono molto di più di ciò che è concesso". Secondo questa logica mi accese lei la prima sigaretta. Tossii anche l'anima e non fumai più... fino a quando mio padre (fumatore accanito) iniziò a dirmi "se fumi ti picchio". Per fortuna che poi la ragione prevalse e smisi.

Secondo me è molto più efficace educare all'uso corretto dell'alcool, piuttosto che dire "fa male, non lo puoi bere!". Perché ricordiamoci sempre una cosa: chi vuole strafarsi lo fa. Se vieti la coca sniffano colla, se vieti la grappa bevono alcol etilico denaturato, se vieti qualunque cosa si mettono una corda al collo stringendo e facendo a gara a chi resiste di più...

Vilk
30-07-2009, 15:48
E la prendi con un sorriso? Se la pensi così dovresti seriamente preoccuparti, perché se dovessimo tornare a ordinare caffé per avere grappa e té per avere vino (chi vuole capire capisce... :asd: ) in Italia crollerebbe un'industria molto importante per il paese...

No non la penso affatto cosi' , anzi...

E che ultimamente le prendo con un sorriso se no dovrei prenderle con un Kalashnikov in mano. :)

Isa2k
30-07-2009, 16:07
E che ultimamente le prendo con un sorriso se no dovrei prenderle con un Kalashnikov in mano. :)

Ah beh... a questo posso solo associarmi... :asd: